Curiosità ed aneddoti - www.filarmonicagverdiscortichino.it

Vai ai contenuti

Curiosità ed aneddoti

RASSEGNA STAMPA
         LA FAMIGLIA MAINI AL COMPLETO.....

VALERIO-GRAZIANO -SOFIA-GIULIA-ALESSIA

LA PASSIONE PER LA MUSICA LI HA RIUNITI
NELLA NOSTRA FILARMONICA...
DIEGO RUIZ (medico a Scortichino dal 1923 al 1927)
Spagnolo di Malaga. Fu incaricato dal Comitato per le onoranze al Maestro Luigi Garani (morto a Milano il 27 gennaio 1923) a tenere l'orazione commemorativa in occasione dello scoprimento della lapide ricordo murata sul lato ovest della vecchia canonica. Lapide che nel 1982 per la ricorrenza del centenario della Filarmonica G. Verdi fu ricollocata sulla facciata della scuola di musica in via Togliatti.


GIOIA - ROBIN - DAVIDE
Un trio che a tavola ha dato sicuramente buoni risultati. Scherzi a parte, i risultati si sentono
anche quando questi tre ragazzi suonano.
Da sinistra:
Gioia Veronesi ( flauto );
Robin Bagnolati ( tromba );
Davide Merighi ( 1° flauto ).

MANOLO MAGRI
Oltre a essere un esperto batterista non disdegna questo genere di piatti, lo conferma l'amico Simone.

ATTENTI A QUEI DUE
Il maestro Roberto Padovani e Andrea Tugnoli in occasione di una sfilata carnevalesca a Bondeno
I FRATELLI MAGRI
Con la complicità di mamma Lella siamo andati a frugare nell'album di famiglia e combinazione vi proponiamo questa chicca datata 1988: i fratelli Magri al completo, tutti hanno suonato nella Filarmonica.
Da sinistra:
Il piccolo Leonardo in braccio al fratello Paolo, poi Cinzia Manuela e ultimo Manolo.
Attualmente in Filarmonica suonano Leonardo e Manolo come percussionisti

ELWOOD E JAKE ALL'ITALIANA
Ricordate i due simpatici protagonisti del film The Blues Brothers, beh non è proprio così
però un po di grinta c'è. Bando alle chiacchere si tratta di due amici gli insostituibili
clarinettisti Gianni Baroni a sinistra Pietro Biondi a destra in una foto prima del concerto
tenuto a S.Giovanni in Marignano (Fc) il 24/09/2006 in occasione del capo d'anno del vino.

UNA CROSTATA DA GUINNESS DEI PRIMATI
Quell'interminabile linea bianca che percorre Viale Passardi dall'inizio alla fine non è altro che la crostata nella sua interezza. Gli sforzi compiuti per organizzare questo evento sono stati ripagati da una eccezzionale presenza di pubblico e mass-media che hanno contribuito a dare grande visibilità alla nostra comunità.
Ecco i quantitavi di prodotti utilizzati per l'esecuzione dell'opera:
- 5 quintali di zucchero;
- 6 quintali di margarina;
- 12 quintali di farina;
- 4 quintali di confettura di melone;
inutile dire che si tratta tutti di prodotti tipicamente ferraresi.
Ad onor del vero la crostata realizzata a Scortichino misurava 1032 metri, battendo il record
precedente di metri 680 detenuto dal paese di Somma Vesuviana in provincia di Napoli.
Un sentito ringraziamento e applauso da tutti gli scortichinesi va al Comitato organizzatore
della sagra di S.Eurosia condotto dall'allora presidente Giulio Martelli.

Torna ai contenuti