www.filarmonicagverdiscortichino.it


Vai ai contenuti

25 Aprile 2011 Ferrara LiberAzione - Azione teatrale (foto Alberto Botti)

PRESENTAZIONE > GALLERIA FOTOFRAFICA

IndietroPlayAvanti

Hanno partecipato all'evento:

1) Roberto Padovani - maestro
2) Alberto Azzolini - flauto
3) Davide Merighi - flauto
4) Sofia Zappata - flauto
5) Antonio Fabbri - clarinetto
6) Marco Perboni - clarinetto
7) Matteo Marchetti - clarinetto
8) Alessandro Savarese - clarinetto
9) Cristian Binchetti - clarinetto
10) Franco Poletti - clarinetto
11) Carlo Poltronieri - sax baritono
12) Marco Botti - sax tenore
13) Onorio Turchi - sax tenore
14) Martino Tosi - sax contralto
15) Mirco Botti - sax contralto
16) Robin Bagnolati - tromba
17) Francesco Zamboni - flicorno soprano
18) Matteo De Santis - flicorno baritono
19) Michele Munerati - trombone
20) Manolo Magri - tamburo rullante
21) Weber Manfredini - cassa
22) Marco Zappata - piatti


( 24 aprile 2011)


Ferrara rivive la gioia della pace


Domani in piazza sarà rappresentata la Liberazione dalla dittatura



FERRARA. Il Gruppo Teatro Comunitario di Pontelagoscuro diretto da Antonio Tassinari torna in piazza Trento Trieste, domani pomeriggio alle ore 17.30, con l'azione teatrale 'Liberazione' che fa memoria dei festeggiamenti del 24 aprile 1945, giorno dell'entrata in città delle truppe inglesi che sancì il definitivo ritorno alla pace e alla libertà anche per Ferrara. sua prima messa in scena del 2010, l'azione teatrale 'Liberazione' ha assunto - grazie alla affatto scontata grande partecipazione attiva ed emotiva della cittadinanza - quel valore di incontro, di condivisione, di ricostruzione attiva e comunitaria della memoria che erano alla base dell'idea originaria e che sono del resto alla base anche del progetto comunitario nel suo complesso, svelando il bisogno latente della comunità ferrarese di riappropriarsi della propria storia per raccontarla in prima persona. spettacolo, promosso da Anpi Ferrara, Associazione Teatro e Comunità, Comune di Ferrara, Assemblea Legislativa della Regione Emilia Romagna, Arci, Cgil e Teatro Nucleo, è una grande festa teatrale dove sono coinvolti gli oltre sessanta cittadini/attori di tutte le generazioni del gruppo accompagnati dalla Filarmonica 'Giuseppe Verdi' di Scortichino e del Coro delle Mondine di Porporana che per l'occasione hanno voluto integrarsi al gruppo. Lo spazio scenico è l'intero 'Listone' di piazza Trento Trieste, dove si muoveranno anche alcuni autoveicoli d'epoca; pur tuttavia 'Liberazione' non intende proporre una ricostruzione storica, ma vuole ricreare l'emozione, l'euforia, la meraviglia di quel giorno, le lacrime e la gioia di un popolo alfine sollevato dalla cappa di un incubo lungo vent'anni e dallo strazio della guerra e dell'invasione. il canto, le danze, la musica e le scene corali, il Teatro Comunitario vuole raccontare la memoria di un attimo: il risveglio dei corpi e dei cuori, la voglia irrefrenabile di danzare, di abbracciarsi, di amare e prendere di nuovo il volo verso il futuro. Gruppo Teatro Comunitario di Pontelagoscuro nasce nel marzo del 2006 da un progetto voluto e sostenuto dal Teatro Nucleo, dal Comitato Vivere Insieme di Pontelagoscuro, dal Centro Servizi per il Volontariato e dal Comune di Ferrara. La sua sede è il Teatro 'Julio Cortàzar', gestito dal Teatro Nucleo nel borgo ferrarese di Pontelagoscuro. e bambini, maestre e operai, studenti e commercianti, teatranti e impiegati che, valicando confini generazionali e di condizione sociale, si sono riuniti intorno a un progetto comune per ricercare, nelle proprie radici, un'identità condivisa, convinti che privati della memoria del passato non è possibile vivere un presente degno e progettare il futuro di una comunità che voglia dirsi tale.



( 24 aprile 2011 )


A Ferrara una ‘Liberazione’ comunitaria
Azione teatrale in piazza Trento Trieste per ricordare il 25 aprile del 1945


Il Gruppo Teatro Comunitario di Pontelagoscuro diretto da Antonio Tassinari (Teatro Nucleo) torna in piazza Trento Trieste, lunedì 25 aprile alle ore 17.30, con l’azione teatrale “Liberazione”, che fa memoria dei festeggiamenti del 24 aprile 1945, giorno dell’entrata in città delle truppe inglesi che sancì il definitivo ritorno alla pace e alla libertà anche per Ferrara.Nella sua prima messa in scena del 2010, l’azione teatrale “Liberazione” ha assunto, grazie alla affatto scontata grande partecipazione attiva ed emotiva della cittadinanza, quel valore di incontro, di condivisione, di ricostruzione attiva e comunitaria della memoria che erano alla base dell’idea originaria e che sono del resto alla base del progetto comunitario nel suo complesso, svelando il bisogno latente della comunità ferrarese di ri-appropriarsi della propria storia per raccontarla in prima persona.
Lo spettacolo, promosso da Anpi Ferrara, Associazione Teatro e Comunità, Comune di Ferrara, Assemblea Legislativa della Regione Emilia Romagna, Arci, Cgil e Teatro Nucleo, è una grande festa teatrale dove sono coinvolti gli oltre sessanta cittadini/attori di tutte le generazioni del gruppo accompagnati dalla Filarmonica “G.Verdi” di Scortichino e del Coro delle Mondine di Porporana che per l’occasione hanno voluto integrarsi al gruppo.Lo spazio scenico è l’intero “listone” di Piazza Trento Trieste, dove si muoveranno anche alcuni autoveicoli d’epoca; pur tuttavia “Liberazione” non intende proporre una ricostruzione storica, ma si ricreare l’emozione, l’euforia, la meraviglia di quel giorno, le lacrime e la gioia di un popolo alfine sollevato dalla cappa di un incubo lungo vent’anni e dallo strazio della guerra e dell’invasione.
Attraverso il canto, le danze, la musica e le scene corali, il Teatro Comunitario vuole raccontare la memoria di un attimo: il risveglio dei corpi e dei cuori, la voglia irrefrenabile di danzare, abbracciarsi, amare e prendere il volo verso il futuro

HOME PAGE | PRESENTAZIONE | SERVIZI OFFERTI | CONTATTI | REPERTORIO | FESTEGGIAMENTI | CALENDARI | RASSEGNA STAMPA | NEWS | TAVOLE SINOTTICHE | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu